Questo progetto è di proprietà esclusiva del
Centro Medico Specialistico


TARANTO - via lucania, 66 - tel. 0997390901

Sei in: I tumori della pelle
Scarica l'opuscolo
Scarica gratuitamente l'opuscolo del progetto Amici per la pelle in formato PDF (1,2 Mb circa) e compila il questionario allegato.




La direzione scientifica
Emanuele Di Pierri e' nato a Taranto il 21 Agosto del 1969.
Sin da giovanissimo respirato in "ambiente medico", vivendo a stretto contatto con il Dr. Alessandro Leccese, nonno materno, medico dal 1936 al 1997, dal quale ha ereditato la grande passione per la medicina.
Poche altre grandi passioni hanno trovato spazio, tra queste il mare di Taranto e la vela. Dopo studi scientifici ha conseguito la Laurea a pieni voti in Medicina e Chirurgia, presso l'Universita' di Bari nel 1996, discutendo una tesi clinico-sperimentale (pubblicata sugli annali di Medicina e Chirurgia) sui Laser in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva... [continua]



Ascolta l'intervista al Dott. Di Pierri sul Melanoma e sulla prevenzione dei tumori della pelle ed i consigli sulla fotoprotezione.


Altri articoli dell'autore


Epilazione medica permanente per uomo e donna


Fotoringiovanimento di viso, collo, decoltè e addome


Asportare un neo: meglio laser o il bisturi?


Eliminazione tatuaggi neri e multicolorati


Capillari e teleangectasie delle gambe e del viso


Macchie cutanee del viso, delle mani e lentigo salori



Asportazione dei nei e fibromi cutanei e altri inestetismi del viso e corpo
La cellulite
Ringiovanire con i fillers


Ringiovanire senza bisturi:
Il trattamento total face
Guarire dall'acne
Il detatuaggio oggi



La tossina botulinica:
una proteina naturale per ringiovanire


Cancellare i tatuaggi e le macchie sulla pelle


Il trattamento della sudorazione eccessiva
Il ringiovanimento del volto




Fototerapia combinata UVA ed UVB a banda stretta a 311 nanometri per il trattamento della psoriasi e della vitiligine
Salute e bellezza della pelle


 Argomenti correlati
Rapporto tra sole e melanoma
Cenni sul melanoma cutaneo
Altri tumori maligni



I tumori della pelle

Rapporto tra sole e melanoma

Il ruolo del sole come "provocatore" dello sviluppo del melanoma è ancora incerto ed è motivo di discussione tra gli esperti.
E’ stato comunque ipotizzato che sono pericolose le scottature solari specialmente quelle subite nei primi 15 anni di vita. Una adeguata protezione durante l’esposizione al sole va attuata tenendo conto del proprio fototipo cioè della sensibilità della propria pelle al sole.

 Scopri il tuo fototipo...

Chi è a rischio di scottature quindi, deve utilizzare, almeno nei primi giorni di esposizione solare, filtri con fattore di protezione molto alto, evitando di esporsi al sole ore centrali della giornata.
Particolare riguardo nella protezione dal sole, occorre avere per i bambini, che si scottano con molta facilità. Fino ai 12 anni i bambini vanno tenuti prevalentemente all’ombra, eventualmente protetti da indumenti leggeri, possibilmente con il cappello e gli occhiali da sole.
Chiedi al dermatologo consigli per una corretta esposizione al sole e per una fotoprotezione adeguata al tuo fototipo. Occorre ricordare comunque che, indipendentemente dalle scottature, la quantità di radiazioni solari accumulata dalla pelle nel corso del vita, influenza sicuramente lo sviluppo di tumori cutanei diversi dal melanoma (carcinomi od epiteliomi baso e spino-cellulari) ed è anche in grado di condizionare la trasformazione di un neo già esistente in melanoma.

Cenni sul melanoma cutaneo

Il melanoma cutaneo è un tumore maligno ed aggressivo della pelle, che appare come una macchia spesso asimmetrica, con bordi irregolari, di colore generalmente molto scuro o nera, poco uniforme, di grandezza variabile e tendente all’accrescimento. Esiste però una variante non pigmentata del melanoma cutaneo, il melanoma amelanotico, di colore roseo, difficile da riconoscere.

Il melanoma può essere più o meno rilevato rispetto alla circostante pelle sana. Il melanoma può avere origine dalla trasformazione di un neo già esistente (circa nel 30% dei casi), ma più spesso può insorgere su pelle sana, somigliando ad un "nuovo neo". A prima vista, infatti, il melanoma può essere confuso con un semplice nevo; per tale motivo è stato studiato uno schema elementare (schematizzato nell’ALFABETO DELLA PELLE, con le lettere A B C D E) che può aiutare a capire quando una lesione diviene sospetta ed occorre farla valutare dall’occhio esperto del dermatologo.

 L'alfabeto della pelle

Quando insorgono i segnali di allarme è necessario prestare la massima attenzione, perchè il modo migliore per combattere il melanoma è prevenirlo oppure riuscire a diagnosticarlo precocemente.
Questo tumore, infatti, si sviluppa attraverso diverse fasi e, nella maggior parte dei casi, per qualche tempo dopo la comparsa (anche alcuni mesi), rimane localizzato negli strati più superficiali della pelle. In questo stadio il melanoma è assolutamente e completamente curabile con un rapido intervento chirurgico ambulatoriale di asportazione, ed il rischio di disseminazione metastatica in altri organi è praticamente nullo.

E’ estremamente importante che la diagnosi di melanoma venga posta ad uno stadio iniziale: tanto più è precoce, maggiori sono le possibilità di attuare una terapia adeguata e tempestiva e di ottenere una guarigione definitiva. Un cenno a parte, meritano i nevi dei bambini, che si modificano facilmente perché si "assestano" e crescono in rapporto allo sviluppo corporeo; non ci si deve quindi allarmare se in un bambino vediamo un nevo che cambia dimensioni, o notiamo la comparsa di un alone biancastro alla periferia della lesione.
I nevi dei bambini vanno comunque tenuti sotto osservazione in quanto il 2% dei melanomi interessa bambini al di sotto dei 12 anni.

Altri tumori cutanei maligni: i carcinomi baso e spino-cellulari

Gli epiteliomi o carcinomi baso- e spino-cellulari, sono classificati tra i tumori "maligni" e rappresentano, insieme al melanoma, le forme più frequenti di cancro della pelle. La loro insorgenza è dovuta alla crescita incontrollata delle cellule di alcuni strati della pelle, che diventano tumorali e proliferano.

Epitelioma basocellulare

E’ la forma più frequente di carcinoma cutaneo.
Si presenta in varie forme, piano o rilevato, a volte pigmentato, ma sempre ben riconoscibile all’occhio del dermatologo esperto. Le sedi più colpite sono la testa (specie il volto e le orecchie) ed il tronco.

Difficilmente insorge prima dei quarant’anni di età, anzi preferisce solitamente la fascia di età superiore ai sessant’anni. Cresce lentamente, presentandosi spesso all’inizio come un "brufoletto" (o "porro" secondo la tradizione popolare), fino talvolta a fare sulla sua superficie una crosticina, che poi cade e periodicamente si riforma e che, qualche volta, può anche sanguinare.

Generalmente sono lesioni alle quali il paziente non attribuisce molta importanza, poiché non dolorose, e le trascura fino a quando non raggiungono dimensioni importanti, rendendo l’intervento chirurgico più impegnativo. Anche se è classificato tra i tumori maligni, generalmente si comporta in modo poco aggressivo, e cresce solo nei tessuti circostanti (malignità locale), senza dare metastasi né ai linfonodi, né ad organi distanti, a differenza dell’epitelioma spinocellulare.

Epitelioma spinocellulare

E’ una forma meno frequente dell’epitelioma basocellulare; come aspetto possono apparire simili.
Generalmente si presenta come un nodulo carnoso, a volta ulcerato in superficie, a volta ricoperto da croste. Predilige il volto, specialmente la metà inferiore (il labbro inferiore è la sede più colpita), le orecchie, il cuoio capelluto glabro, ma può colpire anche le gambe e gli avambracci.

E’ un carcinoma con potenzialità metastatiche, sia linfonodali che, più raramente, a distanza. La terapia di entrambe le forme tumorali, è ovviamente chirurgica e deve essere effettuata, sulla base della diagnosi dermatologica, con una asportazione ad ampi margini del tumore, seguita dall’esame istologico, per la conferma diagnostica, ma sopratutto della radicalità chirurgica (che sia stato asportato in modo completo).

Il sole e la pelle | Tutto sui nei | I tumori della pelle | I melanomi | La direzione scientifica | Contatti